it IT en EN fr FR de DE el EL

 

A G I O S  T H A L E L E O S

Άγιος Θαλέλαιος

Ag. Thalelaios

  • Ag. ThalelaiosAg. Thalelaios

Piccolo e pittoresco insediamento della municipalità di Naxos, ai piedi della collina di Ag.Fokas. Conta di 85 residenti permanenti che si occupano principalmente di agricoltura. Di fronte al villaggio si estende una splendida vallata con giardini che sono irrigati da pozzi a causa della mancanza di corsi d'acqua. Si trova a 5 km dalla Chora ed è il primo dei quattro complessi urbani che compongono la comunità di Melanes. Il case sono costruite le une appresso alle altre, strette nei vicoli senza particolare architettura. La maggior parte delle case sono piccole e a un piano solo. Ha preso il nome da Ag. Thalelaio il taumaturgo che si celebra il 20 maggio. La chiesa del Santo è a doppio corridoio. Non è noto con precisione quando fu costruita, ma sulla parete esterna vi troviamo una sbiadita scritta che recita: IL DOULOU MONACHOU IGOUMENOU SAGREDOC 1501 (il frate superiore Sagredos). Esisteva un pezzo di marmo con la figura del frate superiore rilievo, purtroppo scomparso negli anni passati e si presume che qualcuno l'abbia rubata. Ag. Thalelaios è vissuto nel 284 d.C. ai tempi della re Noumerianos. Proveniva dal Libano, figlio di Veroukios e Polimia. Ha subito parecchie torture per la sua idolatria e alla fine è stato decapitato. Avendo studiato come dottore, offriva i suoi servizi senza chiedere soldi (Anargyros). Ancora oggi si segnalano suoi miracoli. In sua memoria viene recitato il cantico che è stato scritto da S. Petros Nikodimos, il monaco del Monte Athon, nel 1972. Nella spaziosa corte della Chiesa si celebra tuttora la festa più importante di tutta l'isola. Il monastero di Ag. Thalelaios, quello di Fotodoti e quello di Agia sono considerati come i più vecchi monasteri di tutta l'isola e come riportato, nel 1509 d.C., il duca Krispos li ha dedicati al patriarcato di Costantinopoli. Sotto l'aspetto archeologico, troviamo un vecchio acquedotto che portava l'acqua dalla sorgente di Fleri alla Chora, all'epoca del tiranno Lygdamis. È stato restaurato negli ultimi anni ed è situato nella parte orientale della fine del villaggio.

  • StradinaStradina
  • EntrataEntrata