it IT en EN fr FR de DE el EL

 

S P I A G G E   A   O V E S T

 

Andiamo alla scoperta delle stupende spiagge e del mare cristallino della costa ovest.

AGIOS GEORGIOS (Άγιος Γεώργιος)

  • Agios GeorgiosAgios Georgios
Partendo dalla Hora ed andando verso sud troviamo Agios Georgios, in pratica la spiaggia della città. Ci si arriva attraverso le viuzze della Hora. Inizia con una serie di ristoranti fronte spiaggia e un arenile attrezzato con ombrelloni e lettini per poi proseguire con uno spazio libero ed infine una piccola baia (Laguna) dove c'è una scuola e un noleggio di windsurf. Prosegue con un lunghissimo tratto deserto che termina con uno spiazzo dove frequentemente sostano dei camper di surfisti. Più in là, divisa da uno spartiacque, una specie di penisola con alcuni ruderi di un'antica chiesa ed un panorama mozzafiato.

 

AGIOS PROKOPIOS (Άγιος Προκόπιος)

  • Agios ProkopiosAgios Prokopios
Prendendo invece la strada che porta all'aeroporto, dopo la vecchia salina, ci troveremo ad un bivio. Scegliendo di proseguire a destra, ci imbatteremo su una specie di promontorio chiamato Stelida. Inoltrandoci tra le viuzze costellate da studios e alberghi, una lunga discesa ci porterà alla spiaggia di Ag. Prokopios lungo una lunga via sterrata adiacente ai laghi rossi da una parte e l'arenile dall'altra. Ci si può arrivare anche proseguendo per la strada principale arrivando nell'abitato e girando quindi a destra per la spiaggia. Ag. Prokopios è una spiaggia molto frequentata ma anche molto lunga e spaziosa con sabbia a granelli e con un mare molto tranquillo perché riparato dal promontorio della Stelida e di una limpidezza cristallina. E' considerata una delle più belle spiagge della Grecia con un mare dalle tonalità caraibiche.

 

AGIA ANNA (Αγία Άννα)

  • Agia AnnaAgia Anna
Dall'abitato di Agios Prokopios, seguendo la strada asfaltata che attraversa il villaggio, arriveremo a Agia Anna, altra bellissima spiaggia di sabbia fine con un piccolo porticciolo, meta molto frequentata dai turisti. In effetti, Agia Anna è un agglomerato provvisto di  molti studios, alberghi, negozi, noleggi auto e moto, ristoranti e taverne, insomma dotato di molti servizi. E' collegato alla Hora con la linea autobus per le spiagge dalla mattina presto alla sera tardi.

 

 

MARAGAS (Μάραγκας)

  • MaragasMaragas
Alla fine di Agia Anna, inizia la strada sterrata (da un pò di anni è stata pavimentata per un breve tratto) e dopo un piccolo bosco di cedri, ci troviamo alla spiaggia di Maragas con l'omonimo camping. Inizia con un promontorio roccioso, situato a ridosso dei cedri a picco sopra il mare, dominato dalla chiesetta di Agios Nikolaos. Prosegue con una lunga striscia di spiaggia fatta di sabbia bianca che poi si collega alla spiaggia di Plaka. Nel primo tratto, dalle rocce e per qualche decina di metri, frequenti sono i naturisti. Alla fine del bosco di cedri, troveremo la Taverna Paradiso, con alcuni tavoli sulla spiaggia e da lì in poi, tratti alternati di ombrelloni e spazi liberi.

 

PLAKA (Πλάκα)

  • PlakaPlaka
Qui inizia la lunghissima spiaggia di Plaka, costellata di studios, alberghi, taverne (alcune delle quali sono le "filiali" delle omonime che troviamo nella Hora). Tanti sono i tratti attrezzati così come pure i tratti di spiaggia libera fino ad arrivare alla baia di Orkos con l'omonima spiaggia. Dalla fine di Plaka la strada sterrata diventa più stretta e risulta piuttosto arduo arrivare alla spiaggia di Orkos da questa parte anche se per un pezzo ci passa anche l'autobus. Quest'ultimo tratto si ricongiunge alla nuova strada che proviene dall'aeroporto. Altrimenti si può raggiungere percorrendo la vecchia strada asfaltata che da Vivlos o Tripodes porta a Orkos e Mikri Vigla.

 

MIKRI VIGLA (Μικρή Βίγλα)

  • Mikri ViglaMikri Vigla
Mikri Vigla (piccola vedetta), un promontorio che un tempo fungeva da avamposto per la segnalazione dell'arrivo dei pirati. Con segnali di fumo (di giorno) e accensione di fuochi (di notte) si avvertivano i villaggi sovrastanti di correre ai ripari. Mikri Vigla inizia dalla la spiaggia Parthenos di fronte all'isolotto Parthenos (isola Vergine) con un tratto di bellissima sabbia bianca e frequentato da chi pratica windsurf e considerata la migliore per chi pratica il kitesurf. Termina con la spiaggia Limanaki, altrettanto bella ma più tranquilla e meno battuta dal vento. Miki Vigla è famosa per la sua sabbia dorata e per la presenza di molti cedri sia verso la spiaggia che nell'abitato.

 

 

KASTRAKI (Καστράκι)

  • KastrakiKastraki
La prosecuzione naturale è la spiaggia di Kastraki, una lingua di sabbia bianca di circa 3 km che sembra un paradiso tropicale. Le strutture a disposizione non sono molte ma è l'ideale per delle vacanze di relax. Dispone inoltre di alcune formazioni rocciose che formano piccole insenature riparate e poco frequentate a tal punto che ci sembrerà di essere i padroni della spiaggia. Inoltre è spesso la meta ideale per i naturisti dove potranno trovare luoghi incantevoli, tranquilli e lontani da sguardi indiscreti.

 

GLYFADA (Γλυφάδα)

  • GlyfadaGlyfada
Dopo Kastraki incontriamo la spiaggia di Glyfada. Un'altra bellissima spiaggia di sabbia dorata con mare blu cristallino circondata da alcuni alberi di cedro e costellata da piccole baie. Anche qui possiamo contare su poche strutture. Qualche studios e taverne di cui una proprio sulla spiaggia. Più ci si allontana dalla Hora e più le spiagge diventano meno affollate. L'ideale per il contatto con la natura, i bagni di sole in assoluta tranquillità, le lunghe camminate, il nuoto, la pesca. Il panorama sulla spiaggia che si gode dalla collina di Oskelo a 300 m di altitudine è qualcosa di unico al mondo.

 

ALIKO (Αλυκό)

  • AlikoAliko
Ora ci troviamo nella punta sud-ovest dell'isola e precisamente ad Aliko. Inizia con un bella spiaggia di fronte al complesso Faros per poi proseguire in una ricca vegetazione di cedri. La costa frastagliata offre una grande varietà di callette, una più bella dell'altra. Ad Aliko termina la strada asfaltata. La natura prende il sopravento. Il panorama è uno dei più suggestivi. Da una parte vediamo la punta di Paros mentre dall'altra, una delle piccole Cicladi, Iraklia e in lontananza con cielo terso, intravediamo l'isola di Ios. L'unica nota dolente è l'immenso complesso di pietra e cemento che costeggia il mare. Una struttura presumibilmente alberghiera non terminata e lasciata all'abbandono.

 

PIRGAKI (Πυργάκι)

  • PirgakiPirgaki
Dirigendosi per la strada sterrata incontriamo dopo qualche centinaia di metri la spiaggia di Pirgaki. Un'altra striscia di sabbia bianca con alcune strutture ricettive. Il suo nome, che in greco significa piccola torre, è dovuto alla presenza in tempi passati di una torretta posta sulla collina retrostante a difesa dei pirati. Circondati dai cedri, alberi di lentisco e dalle dune si respira un'atmosfera di tranquillità. Si sono fatti effettivamente 20 km per arrivarci dalla Hora ma lo spettacolo che ci troviamo davanti agli occhi vale veramente la pena.

 

AGHIASSOS (Αγιασσός)

  • AghiassosAghiassos
Continuando per la strada sterrata, dopo un chilometro circa, ci troveremo nella baia di Aghiassos. Una lunga e larga spiaggia al riparo dai venti con un paio di strutture e taverne. Vi troveremo acqua bassa e cristallina, ideale per famiglie con bambini. Non ci sono attrezzature da spiaggia; si raccomanda di portarsi almeno un ombrellone. La cosa più curiosa è che non ci aspetteremo mai di trovare una Panagia, una piccola chiesa, in una spiaggia così isolata. Lo sterrato prosegue piuttosto arduo per 4-5 chilometri fino ad arrivare a Cape Moni.

 

VERSO NORD

 

AMITIS (Αμίτης)

  • AmitisAmitis
Dalla Hora, andando a nord, dopo l'abitato di Galini, dirigendosi verso il mare, incontriamo la spiaggia di Amitis. Rinchiusa in una piccola baia, è una spiaggia ancora allo stato naturale e poco frequentata. Sulla collina prospiciente domina una piccola chiesa, rivolta verso il mare. Si trova in pratica alla fine della valle fertile di Eggares. Ci si può arrivare anche da una stradina dopo l'abitato di Eggares, nelle vicinanze del grande bacino acquifero. In questa baia sfocia uno dei fiumi di Naxos. Prestare molta attenzione perché ci sono forti correnti marine. La spiaggia non è attrezzata ma c'è una taverna nelle vicinanze.

 

ABRAM (Αμπράμ)

  • AbramAbram
Ritornando sulla strada asfaltata e proseguendo verso nord, dopo il secondo bacino acquifero, arriviamo fino all'abitato di Kampos. Prendendo la discesa verso il mare, arriviamo alla spiaggia Abram. Poche sono le strutture a disposizione mentre meritevole è una taverna molto bella che si affaccia sulla spiaggia. La baia è abbastanza riparata dal vento. La spiaggia è di sabbia mista a sassi. L'acqua è calda e limpida. Sulla collina adiacente domina una piccola cappella.