it IT en EN fr FR de DE el EL

 

M E S I

Μέση

Mesi

  • MesiMesi
Mesi (che significa in mezzo) è un piccolo villaggio pittoresco sulla strada che porta a Apollona. Si pensa che prese questo nome particolare perché si trovava tra Skado e Apollona oppure tra due altri villaggi che non esistono più. Caratteristica del villaggio e il Platanos (platano). Esiste una sorgente con acqua chiara, così come dicono i locali, dalla quale chiunque berrà anche se non vuole. Si pensa che quell'acqua sia l'elisir di lunga vita perché nel villaggio ci sono parecchie persone anziane in perfetta salute. Nelle vicinanze del platano avvengono le danze, le feste, i matrimoni e ogni sorta di eventi del villaggio.

Esiste anche un rinnovato frantoio tradizionale (famprika) e la scuola municipale assolvere la funzione di museo folcloristico. Appena fuori il villaggio si trova il Drakontospilio con stalattiti e stalagmiti. Una leggenda racconta che queste cave non hanno mai fine. Servivano a nascondere i residenti del villaggio e quindi salvarsi dall'attacco dei pirati. Sulla strada per Apollonas troviamo il Kalogeros, una montagna relativamente altra ma molto ripida sulla cui cima a forma di piazzale troviamo un antico castello bizantino. Due sono le origini del nome dato a questa montagna. Il primo si riferisce a Kaloeros dato dal nome di un monaco che viveva ai piedi della montagna. In secondo, a Kalogyros, in quanto il castello si trovava in un'ottima posizione riparata dai pericoli. Un sentiero segreto, così si dice conduceva al castello, il quale non sarebbe stato mai scoperto dei pirati. Un racconto dice anche che i pirati ai piedi del monte, trovarono una vecchia donna che lavava i panni. La spaventarono per farsi indicare la via del sentiero ma lei non la rivelò. A quel punto, i pirati le promisero di non ucciderla e di salvare tutti i membri della sua famiglia; la vecchia, allora, mostrò loro il sentiero segreto. I pirati occuparono e bruciarono il castello. Un'altra strada impervia ci porta a Ag. Giorgios Voridis, un porticciolo molto bello ideale per nuotate e per la pesca. Vi troviamo anche l'omonima Chiesa. Parecchie volte si sono viste le foche sulle rocce di Agios Giorgios e nelle baie vicine. Alla destra del porto esiste una caverna marina che, dicono, è così grande a tal punto che durante la guerra Grecia-Germania vi tenero nascosto il sottomarino "Papanikolis". Degno di nota è la celebrazione di Agia Paraskevi che si tiene al 26 luglio.

 

  • MesiMesi
  • Ag. KiriakiAg. Kiriaki

  • DintorniDintorni
  • Ag. Giorgios VoridisAg. Giorgios Voridis